L’

autoconsapevolezza è determinata dalla misura in cui l’individuo è in contatto con il suo corpo.
A. Lowen

A chi è adatta e quali disturbi e disagi si possono affrontare con l’Analisi Bioenergetica

L’ Analisi Bioenergetica è un metodo in linea di massima adatto a chiunque necessiti di una psicoterapia. Comunque, in ogni caso e a prescindere dall’età, essendo contemplato anche il lavoro corporeo, è sempre necessario che il paziente informi il terapeuta di eventuali patologie fisiche sofferte o, nel dubbio, si rivolga al proprio medico per un accertamento preliminare consentendo così al terapeuta di scartare già a priori alcuni specifici metodi di lavoro.

Premesso questo bisogna sottolineare che le possibilità di successo di una psicoterapia analitico-bioenergetica, così come per qualunque psicoterapia, sono ovviamente funzione del livello di motivazione del paziente: non esistono infatti soluzioni miracolistiche che il terapeuta, per quanto preparato, possa mettere in atto a prescindere dal paziente.
La partecipazione e l’impegno di quest’ultimo sono infatti fondamentali e senza di essi l’insuccesso e la delusione sono inevitabili.

Bisogna inoltre dire che, trattandosi di una psicoterapia analitica, è necessario che il paziente possieda adeguate capacità introspettive che gli consentano di procedere all’elaborazione delle diverse tematiche emergenti attraverso il lavoro, sia verbale che corporeo.
Il tipo di disturbi trattati con l’Analisi Bioenergetica ha subito una continua evoluzione in rapporto allo sviluppo del metodo e all’affinarsi delle tecniche di intervento psico-corporeo.
Storicamente la depressione, l’ansia e i disturbi della sfera sessuale sono stati i primi ad essere trattati.

Campi di applicazione

Negli anni sempre più numerosi sono divenute le applicazioni di questo metodo nel trattamento di quei disturbi in cui la percezione e la consapevolezza del corpo subisce una seria alterazione, come ad esempio:

  •  Disturbi di origine psicosomatica
  •  Ipocondria
  •  Disturbi da Attacchi di Panico
  •  Fobie
  •  Disturbi dell’alimentazione (anoressia e bulimia)
  •  Ossessioni e compulsioni
  •  Insonnia
Ognuno di questi tipi è caratterizzato da un atteggiamento del corpo di natura difensiva, anche se, è necessario dirlo, non esistono persone che hanno solo ed esclusivamente un tipo di carattere. Abbiamo tutti una mescolanza di questi tratti, con aspetti più o meno evidenti a seconda delle fasi in cui abbiamo subito maggiori frustrazioni ai nostri bisogni.

Aree di applicazione

Tale metodo è inoltre frequentemente applicato  in aree quali:

  •  Disturbi della di personalità
  •  Problemi di coppia

Da rilevare infine come, proprio in Italia, negli ultimi anni siano state anche avviate interessanti esperienze nel campo della riabilitazione  di pazienti psichiatrici all’interno di strutture pubbliche e come, sempre nel nostro Paese, ci sia una tradizione pluriennale nell’applicazione di questo metodo nel campo della psicologia e psicopatologia sportiva, in quello della medicina psicosomatica e in quello della riabilitazione psicomotoria.

Grounding contempla professionisti specializzati per tutte le situazioni sopra descritte, per qualsiasi informazione potete rivolgervi ad un esperto del nostro gruppo e chiedere un colloquio prelimiare, che è sempre gratuito, per individuare il percorso più adatto ad ogni richiesta.