Quattro buoni motivi per provare MYBEST

Il programma MYBEST (acronimo di Mindfulness Yoga Bioenergetic Elements Sports Training) è un metodo di lavoro sperimentato e messo a punto dallo studio Grounding che si rivolge ad atleti e sportivi di ogni fascia e livello che vogliono migliorare le loro prestazioni con l’utilizzo di discipline alternative allo sport praticato. La prossima edizione è in partenza il prossimo 19 ottobre.

Ma esattamente perché uno sportivo dovrebbe decidere di sperimentare il progetto MYBEST? Ecco quattro buoni motivi:

  • Migliora le prestazioni: per migliorare le proprie prestazioni sportive non è necessario allenarsi per più tempo. È necessario invece imparare ad ascoltarsi, per sapere quando e cosa chiedere al proprio corpo. Attraverso le pratiche di Mindfulness, Yoga e Bioenergetica, viene promossa questa prima qualità, ossia l’ascolto profondo del corpo e dei propri sensi. In genere, viviamo tutti un po’ con il pilota automatico inserito, ignorando alcune cose e omettendone altre, non per volontà, ma per abitudine. Questo fa si che la nostra presenza mentale sia limitata. Lavorando con il corpo e sul corpo, come dice John Kabat Zinn, riprendiamo contatto con i nostri sensi e siamo più presenti a tutto ciò che accade e anche a noi stessi. Ne deriva, che se siamo presenti al 100% con corpo e mente, i nostri allenamenti avranno maggior qualità, ingrediente necessario per migliorare le proprie prestazioni.
  • Riduce lo stress: le tre discipline che compongono il MYBEST hanno tutte un effetto comune, ossia ridurre lo stress. Abbiamo dimostrato con le recenti sperimentazioni, che il livello dell’ormone dello stress (cortisolo)  presente nel nostro corpo, dopo le 8 settimane di lavoro con MYBEST è diminuito in modo significativo. Questo significa che abbassando i livelli di cortisolo, il nostro corpo funzionerà meglio e potrà sopportare carichi di lavoro più intensi.
  • Riduce il rischio di infortunarsi: come conseguenza della riduzione dello stress, la probabilità di infortunarsi diminuisce. Gli atleti che hanno praticato il MYBEST nelle edizioni passate non hanno riportato infortuni significativi anche nei 6 mesi successivi al periodo di training. Questo perché, soprattutto nello sport, l’infortunio si verifica molto spesso in concomitanza di gare, eventi importanti o per un eccesso di allenamento. Mindfulness, Yoga e Bioenergetica aumentano la capacità di ascoltare il corpo, le sue sensazioni e i suoi bisogni. E le emozioni, che giocano un ruolo importantissimo nel perseguimento dei nostri obiettivi.
  • Aiuta la gestione di emozioni e pensieri difficili: chiunque pratica sport si sarà cimentato, almeno una volta, con i pensieri difficili (non ce la faccio, voglio ritirarmi, sto scoppiando, oggi è una giornata storta, ecc..) prima o durante la gara. E spesso ne siamo rimasti vittime, ossia la nostra prestazione ne ha risentito. Probabilmente dietro a questi pensieri c’era anche un’emozione, che possiamo non aver sentito o ignorato. Ma questo non le ha impedito che facesse il suo compito, guidarci. Nelle 8 settimane di MYBEST si diventa gradualmente capaci di riconoscere le modalità con cui pensieri difficili e emozioni si manifestano e si apprende un modo nuovo per riconoscerli e per non rimanere intrappolati o ostacolati da essi.

Se ancora questi motivi non ti hanno convinto, puoi venire ad ascoltare la presentazione del progetto, che si terrà mercoledì 11 ottobre alle ore 20.30 presso lo studio Grounding a Parma. Ti aspettiamo!

 

Bookmark the permalink.

Comments are closed.